Giovani Fotografi

Lo scorso agosto, a nove ragazzi e ragazze del villaggio di Mbweni è stata data una macchina fotografica usa e getta, e a ciascuno si è detto: fotografa quel che ti interessa raccontare ad altri, di te e del tuo ambiente. Ne è scaturito un piccolo inno alla diversità, perchè diversi erano gli occhi che guardavano, e diverse le immagini che essi hanno fissato.

Il contatto con la diversità è esperienza piacevole e nutriente: è belo gustarla, distillarne i valori, sentire che ci aiuta a non omologarci.

Questa nostra esperienza è stata resa pubblica e condivisibile grazie a una piccola mostra fotografica intitolata “appunti a Mbweni”, realizzata al teatro Franco Parenti di Milano nel maggio 2011 con l’aiuto, per grafica ed allestimento, dello studio FRAGILE. Alla mostra è stata affiancata una lettura scenica di testi inediti prodotti per Ruvuma da Maddalena Mazzocut-Mis e Alessandro Scarano